News / eventi (a cura della Redazione)

News dalla Redazione di Ingegner Ambientale (convegni, seminari, attività culturali, manifestazioni…)

Ordine dei Geologi della Sardegna. Elezioni per il rinnovo del Consiglio. Esiti delle votazioni 2013

Il “nuovo” Presidente dell’Ordine dei Geologi della Sardegna è il dott. geol. Davide Boneddu, che aveva già ricoperto l’incarico col precedente mandato.

Il Presidente del Seggio, a conclusione dello scrutinio avvenuto in data 6 agosto 2013 ha ufficialmente comunicato che risultano eletti nel Consiglio dell’Ordine i seguenti candidati della Sezione A e della Sezione B.

Sezione A
Boneddu Davide 172
Frau Antonello 160
Cadau Giambattista 155
Atzori Cosima 153
Fara Patrizia 145
Praticò Domenico 144
Cinus Dario 143
Ottelli Lorenzo 142
Melis Maria Teresa 141
Soggiu Antonio 129
Sezione B
Melosu Gianluca 142

La Redazione di Ingegnere Ambientale

Share

Geologia ambientale. Corsi UNISI – CGT 2013 – 2014

A cura della Redazione.

La Geologia Ambientale è un settore multidisciplinare strettamente relazionato con la Geologia Applicata.

Il monitoraggio, il controllo e la gestione di impianti di smaltimento rifiuti, la caratterizzazione di siti potenzialmente contaminati, l’analisi di rischio in campo ambientale, la bonifica di siti contaminati e la valutazione di impatto ambientale sono tematiche di grande interesse per la collettività ed il legislatore italiano e comunitario.

Tali tematiche vivono oggi un periodo caratterizzato sia dal consolidamento delle conoscenze teoriche, sia dallo sviluppo di nuove applicazioni tecniche che vedono il massiccio coinvolgimento dell’idrogeologia, della geofisica, della geostatistica e delle geotecnologie.

Il geologo specializzato nel campo ambientale è una figura professionale affermata, oltre alla possibilità di esercitare la libera professione, potrà collocarsi in enti pubblici e società private nazionali ed internazionali. Le continue emergenze legate a problemi di inquinamento industriale e dello smaltimento dei rifiuti fanno presumere un incremento delle possibilità di impiego sia nel settore pubblico che in quello privato.

L’Università di Siena – Centro di GeoTecnologie (CGT) ha organizzato, per il biennio 2013 – 2014 una serie di master e corsi di specializzazione, di cui si allega, come da gentile richiesta formulata dal CGT alla redazione di Ingegnere Ambientale, il programma completo, sotto forma di quadro sinottico (titolo, durata, crediti, periodo di svolgimento, costo).

Nel prospetto sono indicati i Crediti dell’Aggiornamento Professionale Continuo (APC) rilasciati dalla Commissione Nazionale APC dell‘Ordine dei Geologi per lo stesso corso tenuto nell’A.A. 2012/2013 e richiesti per l’ A.A. 2013/2014.

Per ricevere maggiori informazioni sui corsi e il master contattare Marilena Trotta (Tel. +390559119481).

Ilaria GHIANI, ingegnere (SIAC A. A. MUNTONI & Partners)

Share

Progetto Idrovia Ferrarese inaugura la nuova darsena a Porto Garibaldi

Ultimata la costruzione della nuova darsena nell’area del Porto canale, fulcro dei lavori del lotto 3, stralcio 1 del Progetto Idrovia Ferrarese, opera promossa dalla Regione Emilia-Romagna, coordinata dalla Provincia di Ferrara e finanziata con fondi statali per un totale di 145.000.000 €.

Il progetto coinvolge otto Comuni compresi nel territorio tra Ferrara e Comacchio e prevede l’adeguamento delle vie d’acqua alla navigazione di imbarcazioni di classe VA europea, da Pontelagoscuro a Porto GaribaldiLa nuova Darsena di Porto Garibaldi, che affianca quella esistente – anch’essa sottoposta a interventi di riqualificazione –  può ospitare 200 nuovi posti barca.

L’inaugurazione è prevista per il 28 giugno 2013. All’inaugurazione interverranno Alfredo Peri, Assessore alla Mobilità e ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna e da Marcella Zappaterra, presidente della Provincia di Ferrara, Marco Fabbri, Sindaco del Comune di Comacchio, Giampietro Boschetti, presidente di Cooperativa Braccianti Riminese in rappresentanza delle imprese esecutrici, e Alberto Milotti, responsabile dell’area trasporti del Gruppo Clas, che ha curato lo studio di pre – fattibilità gestionale sull’Idrovia Ferrarese.

L’inaugurazione della nuova darsena segna il passo verso il completamento del lotto 3 e simboleggia l’impegno della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Ferrara e delle imprese costruttrici nella realizzazione di un’opera che renderà possibile risalire da Porto Garibaldi a Ferrara via acqua, per un percorso totale di 70 km.

I lavori al lotto 3 stralcio 1 – il cui termine è previsto entro l’estate 2014 – consistono nella modernizzazione e nell’ampliamento del Portocanale, per il quale sono stati impiegati 21 milioni di euro provenienti da fondi statali. Un investimento che, insieme agli altri previsti dal Progetto Idrovia Ferrarese, ha la finalità di rilanciare l’utilizzo della via d’acqua per usi commerciali, per favorire nuovi insediamenti produttivi nel campo della nautica e rappresentare un ulteriore sviluppo del settore turistico.

Continua a leggere

Share

Premio internazionale DONNA PER L’AMBIENTE 2013 a Daniela Ducato

Il 9 marzo 2013 si terrà la Cerimonia di Premiazione del “PREMIO INTERNAZIONALE  DONNA PER L’AMBIENTE 2013“, durante il quale Daniela DUCATO verrà insignita del riconoscimento “MIMOSA D’ORO”.

La cerimonia, organizzata dall’Associazione Donne Ambientaliste in collaborazione con le associazioni e le fondazioni per l’ambiente, il Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare e Donne Ambiente Italia si terrà a Parma sabato 9 marzo, alle ore 16.30, presso il Palazzo Soragna, sede dell’Unione Industriali di Parma. Il Premio istituito dall’Associazione Donne Ambientaliste ha peraltro il sostegno delle maggiori  associazioni e fondazioni  per l’Ambiente, come Greenpeace, Legambiente, WWF, FAI, con lo scopo di promuovere la diffusione dell’eccellenza femminile nella salvaguardia del pianeta.

Durante la cerimonia, Carlo Quintelli, direttore del Festival Architettura e professore di Composizione Architettonica e Urbana del  Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma converserà con la premiata Daniela Ducato.

Nell’albo d’oro della manifestazione, tra le 22 donne premiate nelle precedenti edizioni, si segnalano, fra le altre: la conduttrice televisiva Licia Colò, divulgatrice televisiva di temi naturalistici ed ambientali, Catia Bastioli di Novamont, Giulia Maria Crespi, presidente onorario del FAI Fondo Ambiente Italia, la scienziata Vandana Shiva, l’astrofisica Margherita Hack,  la giornalista di Report  Milena Gabanelli.

<<L’Italia e il mondo necessitano – sostiene Stefania Rossini di Donne Ambiente Italia – più che mai di donne innovative e coraggiose; Daniela Ducato è un esempio dell’Italia in cui crediamo e che abbiamo il piacere di premiare a Parma>>. Vale la pena ricordare che Daniela Ducato, a cui Il Corriere della Sera ha attribuito il premio Sette Green Award, considerandola a ragione una star della creatività italiana è anche ItWinner, essendo stata premiata nel 2011 come migliore donna italiana innovatrice. Il distretto di filiera coordinato da Daniela Ducato, oltre a realizzare materiali eccellenti (edilana, edilatte, ortolana, editerra, ecc.) ha dato vita all’innovativo protocollo  “La Casa Verde CO2.0”.

Andrea Alessandro MUNTONI

 

Share

Ordine dei Geologi della Sardegna. Terre e rocce da scavo. Sassari, 22/02/2013

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA SARDEGNA

Seminario

TERRE E ROCCE DA SCAVO

Sassari, 22 febbraio 2013

PROGRAMMA:

09:00 – 9:30 – Presentazione e introduzione ai lavori. (Dott. Geol. Davide Boneddu)

9.30 -11:00 – Evoluzione normativa relativa alla gestione delle terre e rocce da scavo, con particolare riferimento alle previsioni recate dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.; definizioni e commenti relativamente agli attori e soggetti coinvolti nell’iter tecnico – amministrativo; (Dott. Ing. Andrea Alessandro Muntoni)

11.00-11.20  Coffee Break

11.20 – 12.20 – Finalità della gestione delle terre e rocce da scavo; ambiti di applicazione del D.Lgs. 161/2012; disposizioni e obblighi generali; modalità di trasporto e dichiarazioni di legge (D.A.U.). (Dott. Ing. Andrea Alessandro Muntoni)

12.20 – 13.30   I Campionamenti e la caratterizzazione chimico-fisica delle terre e rocce da scavo. Modalità operative in fase di progettazione ed esecuzione, analisi.  Metodologie ed esempi applicativi – (Dott. Chim. G. Cabitza)

13.30- 15.30 – Pausa Pranzo

15.30 -17.30 – I piani di utilizzo, le quantità, il deposito, le definizioni, procedure, modalità e condizioni per il corretto utilizzo delle terre e rocce da scavo  in qualità di sottoprodotti. Contenuti, metodologie in relazione alle disposizioni previste dal nuovo Decreto 161/2012 (Esempi applicativi dei piani di utilizzo. Rapporti con la normativa sui rifiuti di cava ed estrazione e i piani di gestione dei rifiuti dell’attività estrattiva (Dott. Geol. Antonello Frau)

17.30 Dibattito

18.00  Chiusura dei lavori

Per iscrizioni, contattare la segreteria dell’Ordine dei Geologi della Sardegna.

Share

Ordine dei Geologi della Sardegna. Terre e rocce da scavo. Cagliari, 15/02/2013

ORDINE DEI GEOLOGI DELLA SARDEGNA

Seminario

TERRE E ROCCE DA SCAVO

Cagliari, 15 febbraio 2013

PROGRAMMA:

09:00 – 9:30 – Presentazione e introduzione ai lavori. (Dott. Geol. Davide Boneddu)

9.30 -11:00 – Evoluzione normativa relativa alla gestione delle terre e rocce da scavo, con particolare riferimento alle previsioni recate dal D.Lgs. 152/2006 e s.m.i.; definizioni e commenti relativamente agli attori e soggetti coinvolti nell’iter tecnico – amministrativo; (Dott. Ing. Andrea Alessandro Muntoni)

11.00-11.20  Coffee Break

11.20 – 12.20 – Finalità della gestione delle terre e rocce da scavo; ambiti di applicazione del D.Lgs. 161/2012; disposizioni e obblighi generali; modalità di trasporto e dichiarazioni di legge (D.A.U.). (Dott. Ing. Andrea Alessandro Muntoni)

12.20 – 13.30   I Campionamenti e la caratterizzazione chimico-fisica delle terre e rocce da scavo. Modalità operative in fase di progettazione ed esecuzione, analisi.  Metodologie ed esempi applicativi – (Dott. Chim. G. Cabitza)

13.30- 15.30 – Pausa Pranzo

15.30 -17.30 – I piani di utilizzo, le quantità, il deposito, le definizioni, procedure, modalità e condizioni per il corretto utilizzo delle terre e rocce da scavo  in qualità di sottoprodotti. Contenuti, metodologie in relazione alle disposizioni previste dal nuovo Decreto 161/2012 (Esempi applicativi dei piani di utilizzo. Rapporti con la normativa sui rifiuti di cava ed estrazione e i piani di gestione dei rifiuti dell’attività estrattiva (Dott. Geol. Antonello Frau)

17.30 Dibattito

18.00  Chiusura dei lavori

Per iscrizioni, contattare la segreteria dell’Ordine dei Geologi della Sardegna.

Share

Twitter