legge 04/06/2010

Non applicabilità dei requisiti acustici passivi nei rapporti di compravendita fra privati

Rilievi fonometrici. Acustica architettonica. Misure di isolamento acustico (fonte: SIAC A. A. MUNTONI & Partners - Cagliari)

Rilievi fonometrici. Acustica architettonica. Misure di isolamento acustico (fonte: SIAC A. A. MUNTONI & Partners – Cagliari)

Con Sentenza n. 10/2013 del 22/05/2013 la Corte Costituzionale ha impugnato (Udienza Pubblica del 10/04/2013, Presidente: GALLO, Redattore: MATTARELLA) l’art. 15, c. 1°, lett. c), della legge 04/06/2010, n. 96 (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 25 giugno 2010, n. 146 – Supplemento Ordinario, n. 138) recante “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee – Legge comunitaria 2009”, sostitutivo dell’art. 11, c. 5°, della legge 07/07/2009, n. 88 avente ad oggetto la disciplina relativa ai requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti.

Con la Sentenza n. 10/2013 viene sancita l’illegittimità costituzionale della norma che prevedeva l’inapplicabilità nei rapporti tra privati e, in particolare, fra costruttori – venditori e acquirenti di alloggi delle previsioni recate dal DPCM 05/12/1997 sino all’emanazione dei decreti legislativi per il riassetto e la riforma delle disposizioni vigenti in materia di acustica architettonica.

La Corte Costituzionale dichiara che la norma impugnata aveva il valore di “previsione autoqualificata come interpretativa”, anche se in realtà si trattava di norma “innovativa con efficacia retroattiva“.

Andrea Alessandro MUNTONI

Share

Twitter