piano di protezione civile comunale

PROTEZIONE CIVILE COMUNALE PER IL RISCHIO IDRAULICO. Il caso dell’alluvione del 2008 a Capoterra (Sardegna, Italia)

Premessa

Il presente articolo è basato sugli interventi dell’Autore nell’ambito dei convegni e delle attività di formazione in materia di protezione civile destinate alla Pubblica Amministrazione promosse dal Dipartimento nazionale di protezione civile e dalla Regione Autonoma della Sardegna all’indomani dell’evento calamitoso che interessò il Comune di Capoterra nel 2008.

L’attività seminariale svolta dall’Autore e coordinata dal FORMEZ è stata rivolta agli “uffici” di protezione civile della Regione Autonoma della Sardegna, agli uffici delle otto Province della Sardegna e a tutti i Comuni dell’Isola.

Generalità sui piani di protezione civile

Il Piano comunale di protezione civile è lo “strumento” in cui individuare le azioni prioritarie da porre in essere in situazioni di criticità e di emergenza, con l’obiettivo primario di salvaguardare l’incolumità dei cittadini e le cose.

Il Piano comunale di protezione civile (PPC_Comunale) si rivolge alle persone.

Il Piano provinciale di protezione civile (PPC_Provinciale), il piano regionale di protezione civile (PPC_Regionale) e quello nazionale di protezione civile (PPC_Nazionale) si rivolgono alle amministrazioni.

Continua a leggere

Share

Twitter