antincendio

Piano per la Gestione delle Emergenze. Obbligo di redazione del PGE per tutte le imprese

Salvataggio - Direzione orizzontaleIl Legislatore ha stabilito che vige l’obbligo di redazione, da parte del Datore di lavoro, del Documento di Valutazione del Rischio (DVR) anche per imprese con meno di 10 dipendenti; pertanto, da quando sussiste l’obbligo, per tutte le imprese, anche con meno di 10 dipendenti, di redigere il DVR, è venuta meno l’estensione della – presunta – possibilità (mai del tutto chiarita e, peraltro, non del tutto condivisa dai consulenti ed esperti in materia di prevenzione incendi, gestione delle emergenze e sicurezza sul lavoro) di poter ovviare alla redazione del Piano per la Gestione delle Emergenze (PGE) di cui al D.M. 10/03/2008 e di cui al D.Lgs. 81/2008.

Anzi, in caso di accertamento, in assenza del PGE, le Imprese venivano – giustamente – passate al setaccio perché gli ispettori degli Organi di Vigilanza e Controllo dovevano “credere” sulla parola che, al di là del piano, esse sarebbero state in grado di garantire l’attuazione di procedure (non scritte, evidentemente) per la sicurezza antincendio e l’evacuazione dei lavoratori e dei terzi presenti nel dato luogo di lavoro in caso di emergenza (incendio, esplosione, allagamento, crollo, ecc.).

Tutto ciò premesso si caldeggia la predisposizione del PGE e la redazione delle necessarie planimetrie, da affiggere in luoghi ben visibili, all’interno del luogo di lavoro con indicazione:

  • vie di esodo
  • uscite di sicurezza
  • luoghi sicuri
  • estintori, naspi, idranti
  • pulsanti di allarme
  • pulsanti di sgancio energia elettrica
  • valvole di intercettazione di fluidi
  • illuminazione di emergenza
  • gruppo elettrogeno o di continuità
  • norme comportamentali.

Parimenti, si raccomanda di nominare gli Addetti alla Gestione delle Emergenze (AGE) e di avviarli a formazione ed addestramento specifico, sia riguardo all’uso di estintori e altri presidi di sicurezza antincendio sia per lo svolgimento delle attività di assistenza ai lavoratori e terzi per l’evacuazione ordinata e sicura dal luogo di lavoro.

Andrea Alessandro MUNTONI

Share

ANTINCENDIO E PREVENZIONE INCENDI. Nuove regole per la presentazione delle istanze a far data dal 27/11/2012

 

prevenzione incendi

ANTINCENDIO E PREVENZIONE INCENDI.

Il 27 novembre 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina in materia di prevenzione incendi recata dal D.M. 7 agosto 2012, avente ad oggetto “Disposizioni relative alle modalità di presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi e alla documentazione da allegare, ai sensi dell’articolo 2, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 1 agosto 2011, n. 151>>.

Dott. Ing. Ilaria GHIANI (ilaghiani@tiscali.it)

Share

SEGNALETICA DI SICUREZZA. Cartelli di attenzione, pericolo, prescrizione, divieto, emergenza e antincendio (*)

Il Datore di lavoro ha l’obbligo di apporre nei luoghi di lavoro la cartellonistica di sicurezza atta a segnalare ai lavoratori e a terzi la presenza di pericoli per la salute e la sicurezza.

Il mancato rispetto di quest’obbligo da parte del Datore di lavoro e, quando nominati, dei Dirigenti e dei Preposti, è sanzionato penalmente.

Il legislatore comunitario e di rimando quello nazionale danno molta importanza al fatto che ciascun pericolo  presente in un luogo di lavoro venga adeguatamente segnalato con cartelli di forma triangolare e sfondo giallo, con un pittogramma nero che richiami immediatamente il pericolo.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Share

Twitter